Lo sfortunato ladro di biciclette

Posted on 18 settembre 2013

11



Sul far del mezzogiorno entro in un negozio di ferramenta, c’è gente. Mentre sono in attesa di essere servito vedo un tizio all’esterno che, con la massima disinvoltura, prende la mia bicicletta ferma sul cavalletto di fronte alla porta, e se ne va portandola a mano sul marciapiede.

Esco dalla porta e urlo un Oh!

Questo gira la testa e in un attimo zompa sulla bici, si alza sui pedali e alla seconda pedalata stramazza al suolo. In un secondo si rialza, ha un vistoso taglio verticale tra la fronte e l’attaccatura dei capelli, si gira e corre via a razzo. Tutto velocissimo.

Recupero la bicicletta e torno nel negozio, dove ero entrato tenendo in mano il bullone che tiene il pedale destro, che volevo cambiare perché da qualche giorno si svita e non resta avvitato nemmeno a stringerlo fortissimo. Esco e riattacco il pedale, adesso ci sta, la bicicletta non si è fatta niente, in quattro o cinque abbiamo riso come dei matti.

 

Posted in: Bagatelle