A Nizza un killer molto poco «islamico»

Posted on 15 luglio 2016

3


Secondo amici e parenti Mohamed Lahouaiej Bouhlel non era un musulmano praticante. Non pregava, non osservava il ramadam, beveva alcol e mangiava maiale. Anche alle autorità francesi, alle quali era noto, era sconosciuta qualsiasi sua frequentazione d’ambienti radicali, né risultava avere interesse per la religione

niz


A chi lo conosceva sembrava comunque strano, nel senso di malato, dicono. Secondo gli stessi, la strage di Nizza sembra più l’atto di un folle che d’un fanatico religioso. Le sue origini però han fatto sì che molti, troppi, concludessero subito e a prescindere dalle risultanze delle indagini, che il motivo scatenante della sua azione sia stato  il fanatismo islamico. Una conclusione alla quale la polizia francese non è ancora giunta.

Advertisements