L’ideologa dell’ISIS di Bologna e i lettori del Carlino

Posted on 2 luglio 2015

3



L’ideologa dell’ISIS di Bologna è abbastanza d’accordo con il locale quotidiano satirico bolognese, nel dire che le ragazzine dovrebbero andare in giro molto più coperte e uscire di casa solo se accompagnate da un uomo di famiglia. Sugli stupratori invece ha idee diverse dalla redazione felsinea e preferisce ancora vederli lapidati, com’è costume nella sua tradizione di riferimento, anche nel caso siano bianchi e italiani. Punizione alla quale invece i lettori del Resto del Carlino preferiscono l’evirazione, ma solo nel caso in cui l’autore sia straniero. Se invece è italiano è ovvio che sia colpa delle stuprate, quelle svergognate mezze ignude, e dei loro genitori che non le educano e controllano come si deve. Come si vede le differenze tra le due platee sono sottili e non si esclude che un giorno possano essere superate in nome dell’ecumenismo religioso e della reciproca tolleranza tra bigotti con il cervello andato a male.

stupro carlino

Annunci
Messo il tag: