Il pezzo di Datagate che Londra era riuscita a fermare

Posted on 4 giugno 2014

1



I servizi segreti del Regno Unito erano riusciti a evitare che The Guardian pubblicasse i segreti più rilevanti, ma nulla hanno potuto quando le informazioni di Snowden hanno raggiunto The Register e sono finite online.

Sono dati considerati «strap 3» ovvero tre livelli sopra il segreto, e comprendono la localizzazione di alcune basi attaverso le quali il GCHQ britannico si connette ai cavi che portano internet attraverso il pianeta e registrano tutto quello che ci passa. Il programma è denominato CIRCUIT o anche Overseas Processing Centre 1 (OPC-1) e si trova a Seeb, in Oman, dove i britannici hanno una struttura che si occupa di connettersi a diversi cavi che passano per lo stretto di Hormuz tra l’Iran e la Penisola Arabica presso località individuate con i nomi in codice TIMPANI, GUITAR E CLARINET.

Nei documenti sottratti alla pubblicazione e ora noti c’è anche l’indicazione dei rapporti tra il governo e alcune grandi telecom, a BT (indicata come REMEDY) a Vodafone (GERONTIC). Rapporti che prevedono robusti pagamenti annuali, nell’ordine deelle decine di milioni di sterline, in cambio dei servizi tecnici forniti da queste aziende ai servizi di Sua Maestà. I nomi delle compagnie sono segreti di livello 2 (Strap 2) sopra il segreto.

Il sistema (TEMPORA) era già stato reso noto, mancavano i dettagli con l’ubicazione dei centri d’ascolto oltremare, dei punti di collegamento ai cavi e quelli relativi ai rapporti con le telecom, posto che appariva improbabile che il GCHQ avesse messo insieme mezzi e competenze per realizzare l’impresa, che invece come s’apprende è stata portata a termine con la complicità, retribuita, delle compagnie telefoniche. Che, secondo le ultime informazioni, collaboravano al punto da inserire sistemi di spionaggio nei dispositivi o nelle reti di altre compagnie su indicazione dei servizi britannici. Una collaborazione gestita da «Sensitive Relationship Team» o SRT, uffici appositamente costituiti da ogni telecom per un più efficace coordinamento con i servizi.

Pubblicato in Giornalettismo

 

 

 

 

Annunci
Messo il tag: ,