Dj Aniceto e quella «tr*ia» di Rihanna

Posted on 22 aprile 2014

2


Dj Aniceto è un autorevole membro della Consulta per le politiche antidroga di Palazzo Chigi, e «Dj antisballlo», che usa Twitter per parlare ai giovani con un linguaggio poco formale, tra un’invocazione di Padre Pio e una preghiera alla Madonna, invitandoli a stare lontani dalle droghe. Per Dj Aniceto è normale definire «minorati» i concorrenti delle trasmissioni preferite che non gli garbano e non è certamente noto per la continenza verbale e l’eleganza nell’espressione, però dare della troia alla cantante Rihanna perché ha aderito con convinzione alla giornata a favore della legalizzazione della cannabis negli Stati Uniti, è decisamente troppo anche per lui.

 

aniceto 2

Tanto che, dopo aver vergato questo capolavoro, ha annusato l’aria e lo ha cancellato e sostituito con una variante meno volgare e sessista, ma ormai era troppo tardi, già gliene avevano chiesto conto. Così oggi, nell’attesa di sapere come reagiranno Palazzo Chigi e il Dipartimento che lo hanno arruolato, Dj Aniceto ha cercato malamente di «spiegarsi» (ce l’ha con me) come segue, la classica toppa peggiore del buco:

 

aniceto 4

Aggiornamento: a smentire le scuse di comodo, ecco che il 13 maggio si è ripetuto, anche in questo caso ha poi rimossto i tweet:

aniceto 1

 

aniceto 2

Annunci
Posted in: Bagatelle, Italia, Trash