Turing, tradito anche dal cinema

Posted on 24 giugno 2012

10



Nel vasto universo che ruota attorno alla storia di Alan Turing c’è anche un film, “Enigma“, tratto dall’omonimo romanzo di Robert Harris e prodotto nientemeno che da Mick Jagger nel 2001. Si tratta di una spy story che ruota proprio attorno al lavoro e al personaggio di Turing durante la Seconda Guerra Mondiale, quando la squadra che di crittografi e tecnici che dirigevaa Bletchley Park  riuscì a violare i messaggi in codice prodotti dalle macchine tedesche Enigma.

Peccato solo che nel film le gesta del protagonista siano romanzate fino al punto da trasformare Turing, martire della repressione omosessuale, nel più classico degli eroi eterossessuali con biondone al seguito, tanto che sono addirittura due le donne delle quali s’innamora nel film, una delle quali è Kate Winslet, già partner di Di Caprio in Titanic. Che alla fine del film appare madre e felicemente sposata con Turing. Che la scelta dell’autore sia dovuta a pruderie o al voler assecondare un mercato che paga per vedere all’opera un certo tipo stereotipato d’eroe, poco importa. Resta il fatto che la sua storia è stata sezionata e ricomposta in modo da cancellare ogni traccia della sua omosessualità e delle sue vere sofferenze, un altro dei tanti tradimenti sgradevoli della sua memoria.