Le Brigate Rosse scrivono a Casa Pound

Posted on 27 Maggio 2012

7


Siamo nei pressi della barzelletta migliore dell’anno, rilanciata dall’Ansa come se fosse una cosuccia e non una roba da ribaltarsi dal ridere

Il capolavoro della Brigate Rosse è questo di seguito, ma il vero capolavoro è la costruzione di “notizie” del genere. Perché è evidente che se almeno i tentativi più deliranti come questo fossero silenziati o coperti di ridicolo fin dal loro ingresso nel circuito informativo, probabilmente di furbate del genere ne circolerebbero meno.

Resta  evidente l’esistenza di una campagna di trolling degli inquirenti, che si tratti di una cosa coordinata o di un discreto numero di deficienti eccitati dal bassissimo livello esibito dai media e dal discorso pubblico, resta il fatto che non passa giorno senza che non arrivi una rivendicazione idiota e che buona parte della stampa la usi per farci titoli cretini, utili solo a supportare l’esistenza di un pericoloso terrorismo, che finora non è stata per niente dimostrata

Una nota di merito al genio che in questa ultima produzione ha optato per lo stampatello.