Demenza omofoba negli Stati Uniti

Posted on 13 maggio 2012

2


homophobia

Votando un emendamento costituzionale votato l’otto maggio, gli elettori del North Carolina hanno inserito il divieto di matrimoni omosessuali nella carta fondamentale dello stato.

Definendo il matrimonio come unica “domestic legal union” vigente nello stato, hanno però messo fuori legge ogni altro tipo d’unione, comprese le Domestic Partnership e le Civil Union, due istituti simili al matrimonio ed esattamente proprio delle “domestic legal union”, che oggi perdono qualsiasi riconoscimento e qualsiasi legittimità.

Un dettaglio omesso o sorvolato da quasi tutti quanti ne hanno riferito. In North Carolina numerose città hanno adottato questi istituti e ora tutte le persone unite in questo modo si trovano fuori legge e a rischio di veder evaporare il loro status, con tutte le sgradevoli conseguenze economiche e sociali che ne deriverebbero.

In California dov’era passata nel 2008 la Proposition 8, che vietava i matrimoni omosessuali in precedenza permessi, invece continua la battaglia legale attorno alla sua costituzionalità e al suo essere discriminatoria o meno. Il peso economico di questa battaglia dalla parte del divieto in diversi stati grava in gran parte sui mormoni, che si spendono moltissimo insieme ai cattolici per imporre il matrimonio eterosessuale come unica unione riconosciuta. Il fatto che tra i mormoni viga la poligamia maschile non sembra turbare nessuno, lo fanno perché credono nella Bibbia.

Realtà contro le quali nulla potrà la recente presa di posizione di Obama, che ha specificato anche di essere dell’idea che ogni stato debba farsi la sua legge. Il presidente è favorevole alle unioni omosessuali, ma non farà nulla per legalizzarle.

About these ads